Seleziona una pagina

Il discorso fatto a Cesena il 1 ottobre 2017 è una sintesi molto efficace, semplice e realista del pensiero della Chiesa sulla politica. Teniamo presenti alcune definizioni.
Bene comune
La armonizzazione dei desideri propri con quelli della comunità fa il bene comune. Senza perseguire con costanza, impegno e intelligenza il bene comune, nemmeno i singoli potranno fruire dei propri diritti e realizzare le proprie aspirazioni.
Buona politica
È quella che sa armonizzare le aspirazioni dei singoli e dei gruppi tenendo il timone saldo nell’interesse dell’intera cittadinanza. Per questo, fare politica è una nobile forma di carità.
Non guardare dal balcone
Ai politici si deve chiedere coerenza, preparazione, rettitudine morale, capacità di iniziativa, longanimità, pazienza, forza d’animo, senza tuttavia pretendere un’impossibile perfezione. Un sano realismo sa che la migliore classe dirigente non può risolvere in un baleno tutte le questioni. Per rendersene conto basta provare ad agire di persona invece di osservare e criticare dal balcone.
Giovani e anziani
Ascoltate i giovani e gli anziani. I giovani perché hanno la forza di portare avanti le cose, gli anziani perché hanno la saggezza della vita. Questo rapporto è un tesoro che dobbiamo ripristinare. Oggi è l’ora in politica del dialogo tra i giovani e gli anziani. Per favore andate su questa strada!